Ad oggi circa il 53% degli abitanti del pianeta utilizza Internet regolarmente, causando un inquinamento digitale che ha raggiunto il 3,7% delle emissioni globali di gas serra. Come riporta anche la BBC “le abitudini online hanno un impatto sorprendente sull’ambiente”.

Da qui nasce la necessità di aumentare le performance e le strategie aziendali ESG. Per fortuna in Italia un buon sistema di governance ESG è uno dei maggiori trend in aumento.

Cittadini ed aziende hanno cominciato a capire qual è la giusta strada per un futuro migliore e per nuove opportunità di investimento, da questa tendenza sono nati diversi influencer nel campo ESG, che aiutano aziende, imprenditori e privati ad aumentare la propria consapevolezza ambientale. Ma…

…Cosa sono gli ESG?

ESG è l’acronimo che sta per “Environmental, Social and Governance” (Ambientale, Sociale e di Governance). Si tratta di un insieme di fattori che le aziende considerano nella loro valutazione, in particolare quando si tratta di investimenti.

  • E (environment)- L’aspetto ambientale si riferisce a come l’attività aziendale impatta l’ambiente. Ciò include la riduzione delle emissioni di carbonio, la gestione dei rifiuti, la conservazione delle risorse naturali e la sostenibilità delle forniture di energia. 
  • S (social)- L’aspetto sociale si riferisce ai rapporti dell’azienda con la comunità in cui opera, compresi i propri dipendenti, i fornitori e i clienti. Le aziende che prestano attenzione a questo aspetto cercano di garantire un ambiente di lavoro sicuro e di promuovere la diversità e l’inclusione.
  • G (governance)- L’aspetto di governance si riferisce alle politiche e alle procedure che un’azienda utilizza per gestire le sue attività. Le imprese incrementano quindi le proprie performance ESG garantendo che la loro leadership sia trasparente e responsabile.

In un’ottica ESG, gli investitori cercano di individuare le aziende che si impegnano in queste aree per investire in modo responsabile e sostenibile. Le imprese, riconoscendo l’importanza di tali valori, sono sempre più interessate a collaborare con persone che condividano la stessa visione, offrendo opportunità di sponsorizzare i loro servizi o prodotti allineati ai principi della sostenibilità.

Negli ultimi anni, si è verificato un significativo aumento di figure di influencer green, riflettendo l’ampia consapevolezza e la crescente importanza attribuita alla sostenibilità nella società contemporanea.

Questi influencer condividono attivamente contenuti che offrono consigli pratici e ispirazioni per vivere in modo più sostenibile, contribuendo così a diffondere ulteriormente la consapevolezza e a promuovere comportamenti eco-friendly.

Vediamo in questo articolo chi sono i TOP influencer green in Italia che condividono questi valori.

I top influencer green 2024

Quali sono le voci più importanti in Italia nel campo della sostenibilità, del cambiamento climatico e delle problematiche ambientali? 

Oltre alle LinkedIn Top Voices, il team di Karma Metrix ha cercato i profili più influenti dal punto di vista ESG, per incrementare la consapevolezza ambientale, riducendo anche la propria digital footprint ed aumentando la consapevolezza per adottare strategie d’investimento ESG aziendali.

Eccoli qui:

Uno dei profili LinkedIn più attivi nel mondo della sostenibilità, Alice Pomiato crea contenuti, interviste e percorsi formativi promuovendo uno stile di vita più consapevole dal punto di vista ambientale.

Pubblica articoli e video sulla gestione consapevole delle proprie finanze, inclusività, turismo lento, eco-ansia, green economy e mobilità sostenibile

Andrea Grieco si occupa di consulenza ambientale, ma riesce anche a comunicare in termini semplici e diretti l’impatto ambientale dell’uomo e le conseguenze del cambiamento climatico. Attraverso esempi concreti di crisi internazionali riesce a trasmettere con semplicità e trasparenza quelli che spesso appaiono problemi complessi.

Esperta di packaging sostenibile, Federica Brumen è specializzata nella prevenzione e nella gestione dei rifiuti attraverso progetti, ricerche e svariate attività. Ad oggi si occupa dello sviluppo e della gestione di progetti di promozione della sostenibilità ambientale degli imballaggi.

Un expertise questa che utilizza non solo per scopi strettamente professionali, ma anche per promuovere uno stile di vita sostenibile in termini di acquisti, prodotti, packaging, e ancora educazione e responsabilità sociale.

In termini ESG, anche la sensibilità sull’impatto dei mari, degli oceani e delle acque reflue in generale ha una notevole importanza. In questo senso Mariasole Bianco è un profilo unico, divulgatrice dedita alla protezione degli oceani. È anche co-fondatrice e Presidente di Worldrise, associazione no-profit che, attraverso progetti creativi, sensibilizza gli utenti alla salvaguardia dell’oceano, promuove il cambiamento di cui il nostro Pianeta ha bisogno e sostiene la formazione professionale delle nuove generazioni.

Anche Nicola Lamberti si occupa di comunicare l’importanza della conservazione dell’acqua, mentre crea post e contenuti sugli effetti del riscaldamento globale. Lavora a tempo pieno nella divulgazione ambientale e nella creazione di contenuti sulle tematiche della sostenibilità, agendo anche come brand ambassador per il Gruppo CAP.

Attualmente impegnato ad attraversare il LADAKH, una delle regioni più remote e alte del Pianeta, Omar di Felice è un atleta che documenta e testimonia gli effetti dell’uomo sulla natura attraverso viaggi ed imprese estreme. Un ottimo modo per trasmettere un messaggio di sensibilità ambientale attraverso storie in prima persona.

CEO di Sfusitalia, è una figura chiave nella lotta contro lo spreco e contro gli imballaggi inutili. Promuove uno stile di vita sostenibile creando, grazie alla sua azienda, una mappa di negozi dove è possibile acquistare prodotti alimentari sfusi. È anche impegnata su LinkedIn nella comunicazione ambientale per sensibilizzare un consumo consapevole.

Originaria della città di Prato, Silvia Gambi onora la tradizione della sua città divulgando contenuti per aumentare la sensibilità sulla moda sostenibile. È Direttrice del Corso di Alta Formazione in Management della Filiera Moda Sostenibile, da qui la sua expertise preziosissima ed affidabile, che utilizza anche per aumentare la consapevolezza ambientale.

Direttore della nota piattaforma LifeGate, è attivo ormai da diversi anni nel settore della comunicazione ambientale, sia dal punto di vista Italiano che internazionale. Oltre che dalla pagina aziendale, Tommaso Perrone si impegna anche sul suo profilo personale alla divulgazione di pratiche sostenibili.

Fondatore di apicolturaurbana.it dal 2017, offre un servizio “chiavi in mano” per la Corporate Social Responsibility aziendale in un modo unico: realizza progetti di sostenibilità ambientale installando e curando piccoli apiari sulle infrastrutture aziendali. Contemporaneamente a quest’attività, pubblica regolarmente contenuti sui cambiamenti climatici e l’importanza dell’apicoltura sul suo profilo LinkedIn.

Esploratore, divulgatore e sport mental coach. Una delle figure più conosciute in Italia nel campo della sostenibilità. Oltre ad aver intrapreso moltissime esplorazioni a fine divulgativo, è autore di 6 libri ed è stato nominato LinkedIn Top Voice ambiente nel 2022, comparendo regolarmente anche nelle classifiche di Top Green Influencers.

Docente di contenuti digitali all’Università degli studi eCampus, possiamo definirlo in molti modi Influencer, Blogger, Giornalista, Content Creator, Consulente Web Marketing & Social Media Strategist. In sintesi, utilizza i suoi canali social per la divulgazione del business sostenibile, in modo veramente consistente ed efficace.

Roberto Cavallo è Top Voices LinkedIn Ambiente, parla infatti di svariate tematiche che riguardano l’economia circolare, e di come sia fondamentale passare sempre più velocemente a questo nuovo sistema economico, superando l’attuale economia lineare. Riesce a spiegare e condividere informazioni chiave per lo sviluppo del mercato con un tono di voce adatto a tutti.

“La sostenibilità a portata di tutti”, questo il motto di Camilla Agazzone per le sue GREENtips. Principalmente sulla piattaforma di Instagram, Camilla è veramente in grado di influenzare la sensibilità ambientale di tutti, condividendo consigli ed accorgimenti per ridurre la propria carbon footprint giornaliera.

Oltre a sensibilizzare singoli cittadini e realtà aziendali ad uno stile di vita e lavorativo più sostenibile, è Teresa Agovino è fondatrice di Faroo, un’agenzia di tour operator sostenibile che offre alle imprese esperienze di CSR e welfare aziendale per dipendenti e clienti con attività turistiche locali.

Silvia Moroni, nota con il nome di Parla Sostenibile, è una Green Influencer originaria di Pesciamorta, un suggestivo comune situato nella provincia di Pistoia. Attraverso il suo profilo online @ParlaSostenibile, Silvia si presenta come una vera e propria portavoce della sostenibilità, utilizzando le parole, la voce e l’immagine per diffondere un messaggio di consapevolezza ambientale.

Oltre al ruolo di Green Influencer, Silvia si autodefinisce eco-gastronoma e comunicatrice green, impegnata a promuovere uno stile di vita ecosostenibile e a sensibilizzare il pubblico sull’importanza della salvaguardia dell’ambiente.

Il 10 maggio 2023 ha visto la pubblicazione del suo primo libro, intitolato “Parla Sostenibile – Poche (tante) parole per diffondere il verbo green”.

Elisa Nicoli ha completato la sua formazione in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Padova nel 2005, seguita da specializzazioni in cinema documentario e comunicazione ambientale. Ha collaborato con noti registi e realizzato documentari per diverse associazioni. Dal 2007, si dedica alla comunicazione ambientale, scrivendo per riviste e case editrici e dal 2019 gestisce il profilo Instagram @eco.narratrice. È attiva nell’educazione ambientale, tenendo corsi per scuole promuovendo valori come ecominimalismo, rispetto per l’ambiente, zero waste ed economia circolare. Nel 2023 esce il suo libro “Ecominimalismo” in cui propone il suo personale punto di vista per passare dall’impulso compulsivo all’acquisto alla ricerca dell’ecominimalismo.

Carotilla, graphic e fashion designer, è la prima green influencer italiana ad affrontare slow fashion, economia circolare e zero waste su Instagram e YouTube dal 2016. Attualmente negli Stati Uniti, è la fondatrice di Amorilla, marchio di abbigliamento sostenibile con “love stories” tessili. Nel 2020 ha lanciato carotilla.com, una piattaforma con approfondimenti sulla sostenibilità e un e-commerce di prodotti beauty sostenibili e zero waste, oltre a articoli artigianali realizzati in collaborazione con aziende italiane.

Con una laurea in Scienze della Comunicazione ottenuta nel 2005 presso l’Università degli Studi di Torino, la sua carriera professionale nel campo della pubblicità e della comunicazione ha preso il via nello stesso anno in cui è nato il suo primo figlio. Mamma a tempo pieno di due figli di età diversa, è appassionata di cucina naturale, libri e green living. Al momento, lavora a tempo pieno come green blogger e content creator, concentrando i suoi progetti su vari aspetti del vivere green con particolare attenzione a cucina e sostenibilità per tutti.

Da anni, condivide con la sua comunità i vantaggi di un’alimentazione a base vegetale, sottolineando i benefici sia per il corpo che per l’ambiente. Nei suoi livestream, fornisce regolarmente consigli e ricette in collaborazione con esperti del settore alimentare. Oltre all’impegno nella promozione di uno stile di vita sano, si dedica anche al settore della moda, affrontando questioni complesse come la scelta tra pelle animale ed ecopelle, e dando suggerimenti su come riciclare capi usati per donare loro una nuova vita.

Roberta si occupa di formazione e sviluppo di strategie per la sostenibilità ambientale e sociale in collaborazione con Enti No Profit, aziende ed istituzioni. Laureata in giurisprudenza, ha un master in cooperazione internazionale focalizzato su cambiamento climatico, diritti umani e sviluppo. Nel 2019, ha contribuito all’organizzazione della prima Local Conference Of Youth on Climate Change in Italia. Nel 2020, è diventata co-fondatrice e presidente di Change For Planet, un’associazione giovanile contro il cambiamento climatico. Dal 2021, è delegata ai negoziati per il clima, partecipando a COP 26 e COP 27 come osservatrice, con l’obiettivo di coinvolgere i giovani nei processi decisionali condividendo attivamente tematiche sostenibili sui suoi profili social.

Greta Volpi ricopre il ruolo di Project & Open Innovation Manager presso LifeGate Way, un’organizzazione impegnata nell’aiutare le startup sostenibili native in Italia attraverso investimenti e servizi dedicati. Contemporaneamente, agisce come green content creator, condividendo quotidianamente sui social contenuti volti a informare il pubblico sulla crisi climatica e a ispirare uno stile di vita più sostenibile.

Antonio Rancati nel 1995 ha conseguito il Master Burson-Marsteller in strategia della comunicazione, pubbliche relazioni e public affairs, prima della specializzazione in Marketing in Scienze Economiche a Lugano con la Tesi dal titolo: “Politica energetica in Italia e liberalizzazione del mercato dell’energia, ed alcune opportunità per le PMI” .

Dal 2010 nel Comitato Scientifico del CETRI-TIRES, nominato nel Consiglio direttivo per il triennio 2020-2023, è coordinatore generale della didattica e della formazione del centro studi europeo per la Terza Rivoluzione Industriale sulle teorie della green economy. Da qualche anno, condivide attivamente contenuti su queste tematiche tramite il suo profilo LinkedIn.

Simone, ex-Country Manager Italiano di Cyrkl, startup greentech, è un appassionato docente di sostenibilità ed economia circolare. Con Cyrkl, ha guidato lo sviluppo del mercato italiano e diretto con successo il team. Laureato in Environmental Resource Management ed Economics, Management and Policies for Global Challenges, Simone conduce corsi sulla sostenibilità. Attivo sui social, condivide regolarmente contenuti su tematiche green per diffondere consapevolezza e coinvolgere la community.

Giorgia Pagliuca è una rinomata green influencer con oltre 30mila follower su Instagram (@ggalaska). Classificata al primo posto nella top 10 del Sole 24 Ore per gli influencer ambientalisti, Giorgia si impegna in temi come sostenibilità, diritti umani, uguaglianza di genere e gastronomia a basso impatto ambientale. Il suo libro “Aggiustiamo il mondo. Diario di un’ecologista in crisi climatica” invita i lettori a riflettere sulle azioni personali per ridurre l’impatto sul Pianeta.

Consulente specializzato nella comunicazione della riduzione delle emissioni di gas serra e dei rifiuti per le aziende, si impegna nella pianificazione e implementazione di strategie sostenibili. Con una crescente community di oltre 50mila follower, utilizza tecniche di Growth hacking per affrontare le sfide del cambiamento climatico. La sua passione per la montagna lo spinge a sensibilizzare sulla necessità di agire per preservare l’ambiente.

Duccio Travaglini è il co-founder di Greencome, un media che ha come missione il coinvolgere persone e organizzazioni nella lotta al cambiamento climatico. Inoltre è stato selezionato come LinkedIn Top Voice NextGen e con oltre 12mila followers sul suo profilo LinkedIn, intrattiene la community con argomenti incentrati sulla sostenibilità e l’impatto ambientale.


(Articolo in continuo aggiornamento – aggiornato a Febbraio 2024)

Leggi i nostri ultimi articoli: